UN WEEKEND AMARO PER FRANCESCO MA NON TUTTI I MALI VENGONO PER NUOCERE. APPUNTAMENTO IL 20 GIUGNO IN OLANDA PER INVERTIRE LA ROTTA.

Mag 30, 2021News

Venerdì 28 maggio-Domenica 30 maggio, Le Castellet, Francia. Il quarto appuntamento della Formula Regional European Championship by Alpine si disputa nel circuito di Paul Ricard, famoso per aver ospitato ben 17 edizioni della Formula 1. La Francia non sorride al nostro Francesco che esce da un fine settimana duro, pieno di complicazioni ma sicuramente più forte e maturo, perché, in fondo, è nelle difficoltà che si migliora.

 

 

 

 

 

Venerdì 28 maggio-Domenica 30 maggio, Le Castellet, Francia. Il quarto appuntamento della Formula Regional European Championship by Alpine si disputa nel circuito di Paul Ricard, famoso per aver ospitato ben 17 edizioni della Formula 1. La Francia non sorride al nostro Francesco che esce da un fine settimana duro, pieno di complicazioni ma sicuramente più forte e maturo, perché, in fondo, è nelle difficoltà che si migliora. Dalle prove libere alle due qualifiche utili per le gare, Francesco comprende che le sue giornate saranno tutt’altro che facili. Ciononostante, nella prima sessione di libere registra il miglior tempo personale, 1’59’’943; invece, in qualifica 1 non riesce a prendere confidenza con la macchina e finisce 27°; in qualifica 2 chiude 21°, commettendo un errore nel terzo settore. Tutto è pronto per Gara 1. Il sole splende nel sabato francese dove la temperatura è mite e l’inizio è condito da una giusta dose di adrenalina: il pilota svizzero Grégoire Saucy viene squalificato per irregolarità tecniche della sua vettura. E’ una gara frizzante a dir poco, piena di contatti duri che fanno rientrare nei box alcuni piloti come Lorenzo Fluxa e Mari Boya, peraltro del Team Van Amerfsoort. Francesco lotta e cresce giro dopo giro, si impegna duramente per far girare tutto nel verso giusto e termina la corsa al 21° posto. Vince Hadrien David, secondo Mikhael Belov e terzo Gabriele Minì. Alla fine della prima competizione il ragazzo di Frascati si confronta con gli ingegneri del suo team per un’approfondita analisi della situazione e questo ci dà la conferma della sua maturità e della sua passione per questo sport. Non è da tutti. Passata Gara 1 è ormai domenica e, quindi, è tempo di Gara 2. Si parte alle 9:00 e i motori prendono il sopravvento nel tracciato Paul Ricard. La corsa si distingue per il riscatto di Grégoire Saucy che si piazza al primo posto davanti a Mikhael Belov, secondo, e William Alatalo, terzo e protagonista di un fantastico duello con Isack Hadjar che si posizionerà quarto. La domenica non sorride, però, a Francesco che combatte e prova a risalire la china dopo una qualifica non brillante e all’ultimo giro, dopo l’entrata in pista della safety car che raggruppa i piloti, viene toccato dal compagno di squadra. Il resto ve lo lasciamo immaginare. Un finale amaro che chiude un’esperienza in Francia da dimenticare il prima possibile. In questi casi bisogna prendere il buono perché è nelle situazioni critiche che si pongono le basi per la crescita futura.  Sicuramente il meeting con i tecnici del team porterà buoni risultati.

Non ci resta che aspettare il 20 giugno, data in cui il campionato farà tappa a Zandvoort, Olanda, esattamente a casa Van Amersfoort. Tutto fa pensare ad una svolta per il nostro ragazzo.

 A presto!

Follow Francesco